Logo del Parco
Condividi
Home » News e iniziative » Tutte le news

Un’agricoltura sostenibile per promuovere biodiversità e territori

( 19 Aprile 2018 )

 

L'agricoltura svolge un ruolo fondamentale per la promozione della biodiversità e del territorio nelle Aree protette. E'questo l'argomento del seminario nazionale promosso da Federparchi che si è svolto il 18  e 19 aprile,  presso la sede del Parco Nazionale del Vesuvio, nella cornice del castello Mediceo di Ottaviano.  Si tratta del terzo appuntamento nazionale in vista del Congresso di Federparchi che si svolgerà in ottobre.

L'Italia conta 24 parchi nazionali, 124 parchi regionali, 147 riserve naturali statali, 30 Aree marine protette (27 + 3). In questi territori, a cui vanno aggiunte centinaia di aree protette gestire a livello locale,  si producono, nella filiera agroalimentare,  733 prodotti di qualità  certificati. Di  questi 150 fra dop/igp e doc/docg per i vini; 263 prodotti tradizionali;  198 prodotti classificati nell'Atlante dei Prodotti dei Parchi e 114 prodotti INSOR (certificati dall'Istituto Nazionale di Sociologia Rurale).

Un comparto produttivo che coinvolge, nel  solo territorio delle aree protette,  oltre 230mila aziende. A queste  vanno aggiunte quelle dell'indotto nelle aree limitrofe. Un settore produttivo di primaria importanza.

 "Un'agricoltura sostenibile nei parchi  è di fondamentale importanza, poiché la connessione tra natura, paesaggio e attività agro-silvo pastorali, e le conseguenti produzioni locali di qualità,  rappresenta uno degli elementi di attrattiva e valore del territorio, nelle aree protette e non solo.  – Lo ha affermato il presidente di Federparchi Giampiero Sammuri  nel suo intervento - Per questo l'impegno di Federparchi si sta concentrando sulla promozione delle buone pratiche e sulla collaborazione tra i gestori delle aree protette e le categorie economiche, composte da  agricoltori, allevatori, pescatori artigianali, che traggono reddito e contribuiscono al governo dell'ambiente.  Categorie il cui contributo partecipativo è fondamentale per la gestione e la programmazione delle aree protette.   Coniugare tutela ambientale e produzioni di qualità - prosegue Sammuri - aumenta la competitività e la riconoscibilità mondiale del nostro Paese, lo sviluppo dei territori e l'occupazione; allo stesso tempo contribuisce alla conservazione degli equilibri ecologici fondamentali per l'ecosistema e per la salute dei cittadini."

Soddisfazione per l'iniziativa è stata espressa del presidente del Parco del Vesuvio Agostino Casillo: "Sono molto contento ed onorato che i vertici di Federparchi  abbiano scelto il nostro Parco come location per l'assemblea dei soci e per un interessantissimo convengo sul tema dell'agricoltura nelle aree protette. – Ha affermato Casillo  - L'agricoltura sostenibile e il turismo legato all'enogastronomia sono due grandi risorse che i Parchi devono aiutare a crescere per il bene del territorio e delle comunità locali. 

Questo evento, inoltre,  è un' occasione importante per condividere le buone pratiche messe in campo e ribadire il ruolo e la centralità del Parco Nazionale del Vesuvio e di tutte le altre aree protette per lo sviluppo sostenibile della Campania e del nostro paese".

In apertura dei lavori è intervenuto, con un saluto, il gen. Sergio Costa, comandante Regione Carabinieri Forestali Campania

 

 
© 2022 - Federparchi - Europarc Italia
Via Nazionale 230 - 00184 Roma
Tel. +39 06/51604940 - Fax +39 06/5138400
Email: segreteria@federparchi.it - ufficio.stampa@federparchi.it - PEC
Partita IVA: 02623250400
Seguici su: