xxx
Condividi
Home » Aree d'intervento » Turismo e Mobilità Sostenibile » CETS, la Carta Europea del Turismo Sostenibile

La visione e i principi della Carta Europea per il Turismo Sostenibile

EUROPARC Federation costituisce la rete delle Aree Protette Europee, impegnate per la conservazione della natura e per lo sviluppo sostenibile. Tutti amano i parchi e il turismo è un importante fattore di sviluppo economico. La Carta Europea per il Turismo Sostenibile nelle Aree Protette promossa da EUROPARC intende essere uno strumento di gestione per assicurare un futuro sostenibile e sano sia per le persone, sia per la natura negli ambienti dove abitiamo, lavoriamo, e nei quali siamo turisti.

Le linee guida in allegato illustrano il processo, riconosciuto a livello internazionale, che consentirà alle vostre Aree di diventare una Destinazione Sostenibile. Federparchi accompagna e sostiene il percorso delle aree protette italiane nell'acquisizione della Carta.


La Visione

Il Turismo Sostenibile nelle aree protette europee fornisce una esperienza significativa di qualità, salvaguarda i valori naturali e culturali, sostiene l'economia e la qualità della vita locale ed è economicamente realizzabile. Attraverso l'assegnazione della Carta Europea per il Turismo Sostenibile nelle Aree Protette, EUROPARC intende mantenere i valori culturali e naturali, stimolare un turismo sostenibile di qualità, promuovere partnership per sostenere le economie locali, aumentare la consapevolezza della necessità di sostenibilità, e incoraggiare la cooperazione internazionale.


I Principi

Ai seguenti principi si deve ispirare la promozione e la gestione del Turismo Sostenibile nelle Aree Protette:

  • 1. Dare priorità alla conservazione
    Una priorità fondamentale per lo sviluppo e la gestione del turismo sostenibile dovrebbe essere quella di proteggere il patrimonio naturale e culturale locale e per migliorarne la consapevolezza, la conoscenza e la valorizzazione.
  • 2. Contribuire allo sviluppo sostenibile
    Il Turismo Sostenibile dovrebbe seguire i principi generali dello sviluppo sostenibile tenendo in considerazione tutti gli aspetti di impatto ambientale, sociale ed economico nel breve e lungo periodo.
  • 3. Coinvolgere tutti i soggetti interessati
    Tutti coloro i quali sono parte di attività legate al turismo sostenibile dovrebbero poter partecipare alle decisioni sul suo sviluppo e gestione e dovrebbero essere incoraggiati a lavorare in partenariato.
  • 4. Pianificazione efficace del turismo sostenibile
    Lo sviluppo e la gestione del turismo sostenibile dovrebbero essere guidati da un valido piano che definisca gli obiettivi e le azioni condivise.
  • 5. Perseguire il miglioramento continuo
    La promozione e gestione del turismo dovrebbero garantire il miglioramento continuo della sostenibilità degli impatti ambientali, della soddisfazione dei visitatori, della redditività, del benessere e della qualità della vita a scala locale, prevedendo una continua attività di monitoraggio nonché la divulgazione dei progressi e dei risultati raggiunti.


Il ruolo di Federparchi

Federparchi-Europarc Italia, in qualità di sezione nazionale di Europarc Federation e in considerazione dell'alta valenza turistica dei parchi italiani, è significativamente impegnata nella diffusione della CETS ed ha avviato la costruzione di una rete tra tutti i soggetti che la applicano o intendono applicarla, stipulando anche a questo fine vari accordi tesi a promuovere occasioni di approfondimento e confronto tecnico scientifico sui temi dello sviluppo economico e della sostenibilità turistica.

La CETS rientra nel Piano Nazionale del Turismo ed è fortemente sostenuta dal Ministero della Transizione Ecologica. La certificazione, inoltre, è stata riconosciuta fra i requisiti di accesso ai benefici economici e fiscali previsti dalle Zone Economiche Ambientali recentemente istituite nei territori dei parchi nazionali e delle Aree Marine Protette.

Accordi specifici vengono realizzati di volta in volta con alcune Regioni italiane per la diffusione e l'applicazione della CETS nelle aree protette regionali.
Federparchi-Europarc Italia, inoltre, offre un servizio di consulenza, accompagnamento e supporto alle aree protette per il processo di candidatura per la CETS. L'area protetta può così avvalersi della rete nazionale e internazionale di Federparchi-Europarc Italia, che garantisce la condivisione di buone pratiche già messe in atto in altre aree protette italiane ed europee, essere seguita nel processo in modo continuativo e sul lungo periodo, anche al di là dell'ottenimento della Carta, usufruire di condizioni economiche certamente concorrenziali rispetto a quelle di società esterne private e disporre di un servizio di qualità personalizzato in base alle sue specifiche esigenze.

L'impegno di Federparchi-Europarc Italia è anche quello di dare massima visibilità e valorizzazione alle aree protette certificate e alle aziende turistiche coinvolte nell'applicazione della Carta.

PDF CETS Fase Uno - Linee guida tecniche (3,3Mb)


(foto di: Federparchi)
© 2021 - Federparchi - Europarc Italia
Via Nazionale 230 - 00184 Roma
Tel. +39 06/51604940 - Fax +39 06/5138400
Email: segreteria@federparchi.it - ufficio.stampa@federparchi.it - PEC
Partita IVA: 02623250400
Seguici su: